Vai al contenuto

  • Log In with Google      Connettiti   
  • Registrati

Close Open
Close Open
- - - - -

Tutorial Still-Life


Nessuna risposta a questa discussione

#1 Guest_biker54_*

Guest_biker54_*
  • Guests

Inviato 30 settembre 2008 - 20:21

Realizzare foto Still-life

Lo Still-Life possiamo definirlo l'arte di interpretare tramite la fotografia una realta a volte costruita...

La tecnica della fotografia Still-life presenta alcuni aspetti semplici ma è più difficoltosa di quanto possa sembrare a prima vista. Ad esempio, nella fotografia sportiva la difficoltà maggiore è il momento e l'angolazione giusta, in un paesaggio il punto di ripresa, per un servizio fotografico può essere il riprendere un gesto particolare del soggetto. Nella fotografia still-life, invece, ci sono poche variabili, il che, guardando dal lato positivo, significa che è più difficile fare errori. Il soggetto è quello e sta fermo. C'è tutto il tempo di impostare la macchina fotografica e le regolazioni sono quasi sempre le stesse.

Quello che invece fa veramente la differenza è l'illuminazione. Nella fotografia Still-life la luce deve essere diffusa per non creare ombre troppo evidenti e riflessi. Se per fotografare un oggetto si utilizza il flash incorporato il risultato sarà pessimo sotto ambedue questi punti di vista. Lo stesso avviene riprendendo un oggetto alla luce del sole. Occorrerebbe attendere che il cielo sia uniformemente nuvoloso in quanto le nuvole funzionano da diffusore della luce solare. Ma non sempre si può attendere che le condizioni di luce esterne siano perfette. Per fotografare in interno vengono utilizzate delle apposite attrezzature per la diffusione della luce.

In studio vengono utilizzati dei riflettori con ombrello riflettente, luci con soft-box o illuminatori particolari. A livello amatoriale o nel "fai da te" industriale (per chi ha necessità di fotografare i propri prodotti per inserire le immagini su un sito internet, realizzare un catalogo o altro materiale pubblicitario) vengono invece impiegate delle attrezzature più economiche e cioè dei mini studi fotografici compatti, in genere a forma di cubo, con un tessuto diffusore su tutti i lati, un fondale intercambiabile all'interno e una o due luci all'esterno. La luce delle lampade (lampade fotografiche a luce corretta) viene diffusa dal tessuto speciale, rimbalza all'interno su tutti i lati e viene riflessa, illuminando così il soggetto in modo ottimale e permettendo di ottenere dei buoni risultati

In questo genere mettiamo tipicamente soggetti inanimati, fotografati con l'ausilio di fonti di illuminazione opportunamente disposte, devono restare ferme le caratteristiche suddette: oggetti inanimati sottoposti ad illuminazione varia, isolati completamente da ogni altro contesto diverso dagli elementi accuratamente selezionati e disposti. Lo Still Life richiede un progetto, una meditazione, attenzione e molta pazienza.

esempio di kit. semiprofessionale set.JPG

Lo Still Life rappresenta oggetti comuni e banali, in una verità assoluta, decontestualizzandoli dal loro essere quotidiano. Quasi una finta realtà, un’ immaginazione, ma reale per qualsiasi osservatore.
Un esempio classico: se si prova a fotografare una pentola di acciaio lucido nel suo abituale contesto lasciandola in luce ambiente o illuminandola con il flash attaccato alla macchina, si avrà una pentola nera nella quale si specchia tutta la cucina e un puntino bianco che è il nostro flash.
Nella nostra testa invece il concetto di pentola non è per niente così.

foto1.jpg

Noi immaginiamo una pentola di acciaio, bella lucida, con delle superfici belle bianche. Come mai?
Perchè noi facciamo la media di tutte le situazioni in cui abbiamo osservato una pentola. Come dire che in testa ci facciamo un film della pentola in tutte le posizioni possibili e la riduciamo ad una immagine fissa che diventa il concetto di pentola.
Dobbiamo metterci in testa che ogni qualvolta osserviamo qualcosa, in un certo senso, questa informazione passa attraverso un'emozione, la nostra esperienza (intesa come conoscenza del mondo fisico che ci circonda) e quindi la interpretiamo. Sempre! Un oggetto ai nostri occhi ci appare in tre dimensioni(altezza, larghezza, profondità), ma purtroppo o per fortuna la fotografia deve rinunciare alla profondità. Così entra in gioco il modo di illuminare gli oggetti, quello che riesce a dare la profondità, una superficie con luce e ombre crea questo effetto e per realizzare una cosa del genere occorre un solo punto luce e un pannello per rischiarare.

Non bisogna mai farsi prendere la mano dal set. Poche fonti luminose, quelle necessarie.
La creatività non si esprime solamente nella realizzazione di immagini gradevoli e ben composte, ma anche nel risolvere i problemi pratici nel modo più lineare e semplice. Normalmente basta una luce o due con una serie, anche cospicua, di compensazioni (pannelli argentati e/o bianchi di varie dimensioni) che altro non sono che la simulazione dei vari riflessi che, nelle situazioni nelle quali osserviamo ciò che stiamo fotografando, si verificano a seguito di pareti, piani d'appoggio, altri oggetti vicini, etc...

Lo still-life è il tentativo di far ...rivivere ciò che non e vivo.
La luce è tutto ciò che ci serve.

I consigli per la realizzazione di uno still-life sono fondamentalmente due:

- Per prima cosa osservare attentamente gli annunci delle campagne pubblicitarie e cercare di capire con quale tipo di set quella determinata foto è stata realizzata.

- Seconda cosa. Osservare (non basta guardare) come la luce si comporta con gli oggetti a noi più comuni: la tastiera che sto utilizzando in questo momento, la nostra fotocamera, una bottiglia, un bicchiere, ...etc.


Proviamo con un set di Still Life

Un soggetto,
una fonte luminosa,
tre pannelli riflettenti (coperchi vaschette alluminio).

foto2.jpg

La luce principale è un flash con soft-box, ma siccome questa luce è tanto diffusa su di un oggetto di piccole dimensioni come un mouse, ho deciso di schermare la superficie del diffusore con un bristol nero forato al centro, di modo che avessi solo il profilo di sx illuminato. Luci secondarie sono tre pannellini d’alluminio, uno per il profilo a dx, uno per quello basso ed un altro sostenuto a mano (e non presente nella foto) per la luce sul marchio. Il posizionamento delle luci è fondamentale per il risultato, un centimetro su o a destra cambia tutto. Personalmente ho cercato di disegnare con la luce il profilo del mouse, dando luce nelle parti sinuose e lasciando in ombra la parte bombata superiore. Per ottenere ciò ho posizionato la principale quasi in controluce. Credo che sia indispensabile avere un’idea di ciò che si vuole prima dello scatto, altrimenti si corre il rischio di far girare i flash intorno al tavolo per ore...

Il piano d’appoggio è uno scarto di plexglass rimediato gratis da un rivenditore, attenti solo a ciò che si riflette dentro.
Per ottenere una buona nitidezza è consigliabile posizionare il corpo macchina su di un solido treppiedi, utilizzare gli iso più bassi, ed alzare lo specchio della reflex prima dello scatto se la macchina presenta questa funzione, impostare la velocità di scatto sincro del flash, ed usare sempre un paraluce.
Ricordatevi che nello Still Life, in generale, è indispensabile la pulizia, perciò accertatevi che sia il piano che il soggetto non abbia polvere, macchie o impronte digitali.

foto3.jpg

Fotografare una bottiglia
Proviamo a fotografare qualcosa di riflettente come una bottiglia, la difficoltà maggiore è nel controllare i riflessi, poiché il vetro ha un alto potere riflettente

foto4.jpg

Il soft-box crea il primo riflesso sulla dx (attenzione che questi prenda tutto il soggetto), un semplice cartoncino bianco crea il secondo riflesso sulla sx, mentre una sagoma di carta alluminio posta dietro la bottiglia ci permette di creare la trasparenza.
In effetti è stata usata una solo fonte luminosa e due riflettenti.

foto5.jpg

La luce!

Non si può immaginare di fotografare senza tener presente l'elemento fondamentale, la luce! Sopratutto nello Still Life, dove la presenza e la gestione corretta della luce è cosa fondamentale.
Le immagini che percepiamo attraverso la vista sono tridimensionali, hanno cioè altezza, larghezza e profondità. Mentre una fotografia presenta solo due dimensioni: altezza e larghezza. Come fare per sopperire questa mancanza?
Bisogna affidarsi alla luce e le sue ombre o meglio "illuminazione diversa su piani diversi".
Una luce/ombra/luce ci darà quanta più tridimensionalità possibile di un oggetto, un'immagine spalmata da una luce uniforme sembrerà paradossalmente un po' ...spenta.
Passiamo all’atto pratico dove mostro una pesca fotografata con diversa illuminazione:

foto6.jpg

La foto e il relativo set ci mostra la pesca illuminata dal flash frontale, quello sul corpo macchina per capirci, col risultato di un cerchio più che una sfera

foto7.jpg

La foto e il relativo set ci mostra la pesca illuminata da un flash laterale e già ne riusciamo ad avvertire la sua rotondità.

foto8.jpg

La foto e il relativo set ci mostra la pesca illuminata lateralmente con un pannellino che riflette luce dal lato opposto, disegnadone il profilo prima buio.

foto9.jpg

La foto e il relativo set ci mostra l’aggiunta di una luce sul fondo puntata esattamente sul lato dove il soggetto è meno luminoso.

Questa tecnica si chiama: CHIARO/SCURO/CHIARO/


Con questo concludo questo breve tutorial che descrive in modo semplice le linee guida per la tecnica fotografica Still-Life.
Un ringraziamento particolare a Sergio Gargiulo che mi ha permesso di postare parte del suo articolo.


mc digital


 

Ti va di esprimere la tua opinione su questo argomento?

E' più semplice di quanto credi! Basterà accedere con il tuo attuale account social cliccando qui e in pochi secondi potrai interagire con il nostro forum, pubblicare le tue fotografie, ricevere i commenti dagli utenti e dal nostro staff commentatori, il tutto in un ambiente cordiale e accogliente.

Ma sopratutto qui è tutto gratis, l'accesso è libero e aperto a tutti, qualunque brand tu possegga. Abbiamo 70.000 iscritti che aspettano di vedere le tue bellissime fotografie. Dai!!

 

 

 

Aspetta, non andare via!! Ci sono altri contenuti del forum che potrebbero interessarti, guarda qui sotto:




Similar Topics Collapse

  Discussione Forum Iniziata da Statistiche Informazioni ultimo messaggio

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi



Questo messaggio è stato visualizzato da un totale di 15 utente(i)

 

 

WUAOO.IT

Il Fuji Club Italia è parte integrante dell'Associazione Nazionale Domiad Photo Network, Associazione di tipo NO-PROFIT, Cod.Fisc. 97034510780, scarica qui il nostro Statuto (clicca).